Come fare un buon prato?

Come fare un buon prato in campagna con le tue mani. Tecnologia di semina, irrigazione e cura del prato in estate e in inverno

Molti proprietari di case private sognano un piacevole prato verde nel loro cortile, sul quale camminare a piedi nudi e dove trascorrere le vacanze con la famiglia e gli amici. Ma in realtà, un’immagine completamente cupa con un cortile trasandato e un gran numero di oggetti “necessari” molto diversi appare più spesso davanti ai tuoi occhi. Quando viene presa una decisione ferma: creare un prato sul sito, quindi prima devi assicurarti di familiarizzare con i metodi per crearlo e le regole di cura.

La qualità e l’aspetto di un prato erboso dipendono direttamente da come viene curato. La “costruzione” è capricciosa e molto vulnerabile, ma chiunque voglia mantenerla in perfette condizioni.

Metodi di creazione del prato

Metodi di creazione del prato

Seminare un prato con semi o stendere un tappeto erboso sul sito è una scelta del proprietario del sito, ma è necessario sapere che ogni metodo ha i suoi lati positivi e negativi..

Semi di semina

Questo metodo è molto più economico, ma richiederà molto sforzo e pazienza. A prima vista, sembra che seminare un prato con i semi sia molto semplice. Per prima cosa devi acquistare i semi corretti. Il momento favorevole per la semina è marzo, aprile, maggio. La semina dei semi viene effettuata su una superficie umida della terra ad una profondità di 2-3 cm, dopodiché, con l’aiuto di un rullo a mano, il terreno viene arrotolato e viene effettuata un’abbondante irrigazione. L’area del futuro prato deve essere costantemente mantenuta umida. Gli amici piumati che amano banchettare con i semi, così come le erbacce in costante crescita, causano molti problemi. Potrebbe apparire un problema imprevisto sotto forma di malattia. Ci vorrà molto tempo per proteggere i giovani germogli. Il prato acquisirà il suo aspetto bello e desiderato circa un anno dopo..

Posa del tappeto erboso

La posa delle zolle richiederà molte più risorse materiali e questo lavoro è molto laborioso. Ma ne vale la pena, perché il prato acquisirà il suo aspetto decorativo entro un mese e mezzo dopo averlo posato. Va tenuto presente che il tappeto erboso acquistato ha una breve durata e deve essere urgentemente decomposto nell’area selezionata. Non è facile acquisire un rivestimento di così alta qualità. Molto spesso, insieme alla bellezza, numerose erbacce si depositano sul sito. Questo è uno degli svantaggi di questo metodo..

La zolla seminata, arrotolata in rotoli, rotola facilmente sulla superficie del terreno ed è più facile da curare. Ma ci sono anche degli svantaggi: il sito deve essere perfettamente piatto e pulito. La scelta di tale materiale di piantagione è ancora limitata e il prezzo di tale materiale è molto alto..

Regole per la cura del prato

Regole per la cura del prato

Tagliare l’erba

Il taglio di capelli tempestivo e regolare contribuisce alla formazione di una copertura verde bella e densa. La sua frequenza dipende dalla composizione del terreno nel sito, dal tipo di erba seminata, dalla stagione e dalle condizioni meteorologiche. L’altezza del prato dovrebbe essere media. L’erba alta rovina l’aspetto del prato e troppo bassa porterà alla comparsa di punti calvi, su cui appariranno molto rapidamente erbacce o muschio..

La procedura viene eseguita durante l’intero periodo caldo, da metà primavera a metà autunno. La frequenza dei tagli di capelli nei mesi estivi è ogni 3-4 giorni, e il resto del tempo è sufficiente una volta alla settimana.

pacciamatura

Lo strato di pacciamatura sul prato aiuta a rinforzarlo e ripristinarlo. Si consiglia di applicare pacciame di humus fogliare o torba su tutta la superficie intorno alla fine di ottobre. Una di queste procedure all’anno è molto efficace e contribuisce all’aspetto eccellente del prato e alla conservazione del suo effetto decorativo..

irrigazione

La frequenza e la quantità di irrigazione dipendono dalle condizioni meteorologiche dell’area e dalla composizione del terreno nel sito. Il terreno sabbioso assorbe e assorbe l’acqua molto rapidamente, quindi nelle calde giornate estive si consiglia di annaffiare il prato ogni 3-4 giorni. Nella stagione fresca o nelle giornate estive con basse temperature dell’aria, saranno sufficienti tre annaffiature al mese. Un buon momento per l’irrigazione è la mattina presto o la sera dopo il tramonto. Se sulla superficie del prato si è accumulata una piccola pozzanghera, è necessario forare il manto erboso per un migliore passaggio dell’umidità.

Come preparare e seminare correttamente un prato (video)

Come preparare e seminare correttamente il prato [Leroy Merlin]Come preparare e seminare correttamente il prato [Leroy Merlin]