L’imbiancatura degli alberi in primavera è la chiave per un giardino sano tutto l’anno

Alberi imbiancati con tiglio in giardino

Un giardino con alberi da frutto richiede cure costanti e ansiose. È necessario monitorare la salute degli alberi ogni anno. Un posto speciale qui è occupato dalla procedura per la cura della corteccia degli alberi. Ogni albero ha bisogno di annaffiare, allentare il terreno, concimare. Non meno importante è la cura tempestiva della cosiddetta pelle di un albero: la sua corteccia. Imbiancare la corteccia di un albero in primavera non è un capriccio, ma una procedura importante per proteggere la pianta dai danni di insetti dannosi e malattie fungine.

Perché hai bisogno di imbiancare i tronchi d’albero??

La corteccia dell’albero è una sorta di strato protettivo della pianta. Prima di tutto, porta su di sé tutti i fattori ambientali sfavorevoli, che si tratti dei raggi del sole, delle forti gelate, degli insetti nocivi e delle influenze meccaniche. Nel tempo, la corteccia si rompe e costituisce l’accesso alla parte tenera del tronco d’albero. Affinché ciò non porti a danni all’albero da malattie fungine e da insetti nocivi, la corteccia deve essere fornita con cure adeguate..

Di solito gli alberi sono imbiancati con preparati contenenti rame. Questa procedura ha anche un altro significato. Con l’inizio del primo caldo primaverile, la terra inizia a scongelarsi e a riscaldarsi. Vari insetti nocivi si insinuano nel mondo, che prima di tutto si sforzano di arrampicarsi sulla cima dell’albero e banchettano con foglie delicate che non sono ancora completamente sbocciate. I preparati contenenti rame sul tronco dell’albero impediscono loro di farlo: servono come una speciale sostanza bruciante velenosa per gli insetti nocivi. Non possono superare la sezione imbiancata del tronco, il che significa che le foglie rimarranno intatte.

Come sbiancare correttamente gli alberi?

Come sbiancare correttamente gli alberi?

L’imbiancatura degli alberi è una procedura importante che consiste nella seguente sequenza di azioni.

  1. È necessario liberare il tronco dell’albero da muschi, licheni e altra vegetazione estranea che cresce su di esso. Per la pulizia, utilizzare solo guanti che proteggano le mani da eventuali danni. Non vengono utilizzati strumenti e mezzi aggiuntivi. Ci sono crepe all’interno della corteccia, in cui possono anche accumularsi escrescenze. In questo caso, utilizzare una spazzola per la pulizia..
  2. La corteccia deve essere disinfettata. Per fare ciò, utilizzare qualsiasi preparazione contenente rame (liquido bordolese, solfato di rame, HOM). Questa procedura viene eseguita con tempo asciutto con l’aspettativa che l’albero trattato rimanga con la preparazione applicata per diversi giorni senza pioggia, altrimenti non avrà senso tale elaborazione. Tale disinfezione aiuterà a uccidere tutti i microrganismi e i batteri dannosi nella corteccia dell’albero prima del passaggio successivo..
  3. Il tronco e i rami dell’albero sono ricoperti uniformemente con una preparazione contenente rame, in uno strato sottile. I flussi non dovrebbero formarsi. Per fare questo, usa un flacone spray. Anche una soluzione di solfato ferroso è adatta alla lavorazione..
  4. La concentrazione sia di rame che di solfato ferroso deve essere preparata rigorosamente secondo le istruzioni per la preparazione, poiché entrambe queste sostanze sono velenose. Nel processo di bagnatura della corteccia con le piogge, il vetriolo scorre dal tronco nel terreno e si accumula in esso, diventando un veleno per tutte le colture vicine.

Usando la cenere per l’imbiancatura

Puoi disinfettare un tronco d’albero senza ricorrere all’aiuto di sostanze chimiche tossiche. Un numero crescente di giardinieri oggi usa rimedi naturali naturali, ad esempio cenere e soluzione di sapone. Per prepararlo, devi mescolare 5 g di normale sapone da bucato con un bicchiere di cenere. Quindi, versare 1 litro di acqua calda, ma non bollente. Usando un pennello, il tronco e i rami dell’albero vengono inumiditi con la soluzione preparata. La cenere funge da eccellente disinfettante e il sapone consente alla soluzione preparata di rimanere a lungo sulla corteccia dell’albero.

C’è anche un’altra ricetta per la disinfezione, una soluzione facile da preparare a casa: questa è la liscivia di cenere. Per la sua preparazione, prendi 2 kg di cenere di legno, versa 10 litri di acqua tiepida bollita e porta a ebollizione. La soluzione risultante viene raffreddata, insiste. Dall’alto si forma un liquido dall’aspetto torbido, chiamato liquore di cenere. È solo usato per disinfettare la corteccia degli alberi. Ma ricorda che è necessario lavorarci rigorosamente con i guanti. Viene versato in un contenitore separato e per la lavorazione viene inoltre diluito con acqua in un rapporto 1: 1.

Stucco di corteccia

Gli stucchi più popolari per la corteccia degli alberi da frutto sono:

  1. Garden var, che si è rivelato il rimedio più efficace e testato nel tempo. È usato per guarire crepe e ferite nella corteccia. Garden var è facile da realizzare a casa. Per fare questo, sciogliere un bicchiere di cera d’api, mezzo bicchiere di colofonia. I liquidi risultanti vengono mescolati in un contenitore e viene aggiunto mezzo bicchiere di grasso animale fresco non salato. Non appena la massa diventa omogenea, il contenitore viene immerso in acqua fredda. Il composto comincerà a solidificarsi e sarà facile tirarne fuori una palla. Riscaldalo un po’ prima di usare il tuo infuso da giardino domestico per renderlo più facile da lavorare. Tale var verrà conservato in un luogo fresco e buio per molti anni..
  2. Chiacchierone a base di argilla. Questo tipo di mastice è noto da secoli ai giardinieri. L’argilla in questa ricetta è mescolata con componenti come solfato di rame, calce. Per fare questo, prendi un bicchiere di argilla e mezzo bicchiere di qualsiasi altro componente tra quelli elencati, aggiungi un po’ di cannuccia tritata finemente, riempila d’acqua e raggiungi la densità della panna acida. Questo prodotto funge da ottima protezione per la corteccia dell’albero, inoltre, non si screpola nel tempo..
  3. Pasta preparata con l’aggiunta di umato e solfato di rame. Questo farmaco non è impermeabile, quindi rimane sull’albero fino alla prima pioggia. Usalo per curare ferite, tagli, crepe.

Processo di imbiancatura

Processo di imbiancatura

Dopo che la corteccia è stata pulita da escrescenze estranee, tutte le ferite e le crepe vengono trattate, la superficie dell’albero viene disinfettata, è possibile procedere direttamente all’imbiancatura. Lo strato di calce deve essere rinnovato circa 3 volte durante l’anno. L’imbiancatura viene eseguita in primavera, estate e autunno. È necessario imbiancare tutti gli alberi, sia le giovani piantine che gli esemplari adulti. Per non danneggiare la corteccia tenera e non ancora ruvida dei giovani alberi, la quantità di calce per l’imbiancatura dovrebbe essere dimezzata..

Imbiancatura autunnale degli alberi in giardino

Gli alberi imbiancati in autunno prima del freddo imminente dovrebbero fare attenzione, poiché dovrebbero fornire il massimo effetto protettivo della corteccia. Lo strato di calce da applicare deve essere sottile – non più di 4 mm. È importante diluire la soluzione di calce fino a renderla omogenea, senza grumi, in modo che ricada più uniformemente sulla corteccia. Più spesso è lo strato di calce, più è probabile che cada dal tronco dell’albero. L’imbiancatura può essere preparata indipendentemente a casa, oppure puoi già acquistarne una già pronta contenente adesivi speciali che ne impediscono la rottura e lo spargimento. I negozi specializzati vendono anche vernici speciali per imbiancare alberi da giardino. Protegge la corteccia da scottature, freddo invernale e insetti nocivi.

A casa, i giardinieri usano la ricetta di imbiancatura più comune. Per fare questo, mescolare 2 kg di calce spenta, 1,5 kg di argilla e 0,3 kg di solfato di rame. La miscela viene diluita con acqua fino a ottenere una consistenza densa di panna acida. È necessario applicare la calce in uno strato sottile in modo che non si formino striature. Prima di questo, la corteccia dell’albero deve essere accuratamente preparata, lavorata e disinfettata. Se ci sono ferite non trattate sull’albero, la calce peggiorerà solo la situazione, le ulcere si spezzeranno ancora di più..

L’imbiancatura degli alberi tre volte all’anno li rende resistenti ai parassiti e alle malattie fungine. Gli alberi tollerano meglio sia le estati calde con raggi di sole ardenti che gli inverni freddi e gelidi. In questo caso, la resa aumenta, i frutti e le foglie mantengono le loro qualità decorative e la loro presentazione. Di conseguenza, la vita delle piante è notevolmente estesa..

Come imbiancare gli alberi? (video)

Come imbiancare gli alberi?Come imbiancare gli alberi?